Come scegliere il miniascensore per casa: funzionalità, abbinamenti con l'arredo e colori, prezzi

 

In una casa posta su due livelli, avere un miniascensore risolve non pochi problemi, sia ai più pigri, sia a chi, purtroppo, non riesce a salire le scale. Molte aziende produttrici di questi dispositivi hanno realizzato ascensori ideali per un ambiente domestico, pensando non solo a funzionalità e confort, ma anche ai dettagli, come abbinamenti di colori e di design.

 

Per scegliere un miniascensore che ben si adatti alle tue esigenze, saranno i seguenti fattori chiave a fare la differenza: funzionamento, abbinamenti con l’arredo, accostamento di colori, e ovviamente il prezzo.

 

 

Miniascensore per casa: La funzionalità

miniascensore-quale-scegliere

Il funzionamento di un miniascensore è semplice, pratico, a prescindere dal modello scelto. In genere le tipologie si riducono al miniascensore oleodinamico e al miniascensorea a trazione elettrica.

Il miniascensore oleodinamico è un modello in cui la salita è generata da un pistone che agisce su sollecitazione di una pompa idraulica ad olio fluido. Il motore elettrico ha un semplice ingranaggio per il quale durante la salita si genera pressione, mentre la discesa si ha grazie alla forza di gravità e alla valvola di reflusso che fa defluire l’olio all’interno di un serbatoio fino al raggiungimento del piano desiderato.

Rispetto al modello elettrico, il miniascensore oleodinamico consuma meno e costa meno. Si installa con estrema facilità, dal momento che il montaggio viene fatto praticamente tutto al piano inferiore del vano all’interno della fossa. La piattaforma elevatrice idraulica supporta portate superiori rispetto alle altre tipologie di movimentazione.

Viceversa il modello elettrico funziona mediante trazione elettrica, per il quale il movimento viene generato grazie ad un motore elettrico che si trova nella parte alta del vano. È proprio qui che viene trasmessa la trazione ai cavi che sollevano e reggono la cabina.

Il motore elettrico funziona sia in fase di salita che in fase di discesa. Il congegno per il sollevamento si trova all’interno del vano in cui viene messo in moto l’elevatore. Non serve pertanto alcun locale macchina dedicato. Già dal suo funzionamento si possono trarre tutti i vantaggi di questo modello.

Innanzitutto abbiamo un basso consumo energetico che ricorda un po' quello di alcuni elettrodomestici (il massimo risparmio si ha in questo caso in fase di discesa). Le prestazioni durante il senso di marcia sono superiori grazie ad un sistema ad inverter che consente di dare più confort e dolcezza al momento della partenza e della fermata, oltre che fornire una maggiore precisione di arrivo al piano.

 

 

Miniascensore per casa: Arredo e colori

miniascensore-domestico

Chi lo dice che avere un miniascensore vuol dire rinunciare all’estetica della propria casa?

Le aziende produttrici mettono a disposizione numerosi modelli per i clienti, volti non solo ad adempiere alle proprie funzioni, ma anche in grado di abbinarsi alla perfezione con l’arredo del resto della casa e con i suoi colori.

I miniascensori attualmente presenti sul mercato sono in grado infatti di valorizzare gli spazi interni, grazie anche alla possibilità di personalizzare la struttura, i colori e i materiali a seconda delle specifiche necessità.

Se ad esempio, devi arredare un villino sul mare, potrai optare per un modello di lusso, con dettagli che si accostano bene al design di tutta la casa. Stessa cosa vale nel caso in cui il miniascensore debba essere installato in chalet, case d’epoca, case museo e super lussuosi appartamenti ubicati in qualche palazzo storico o in un mega grattacielo futuristico. In base al tipo di casa e al suo arredo, chiederai all’azienda produttrice modelli confacenti alle tue necessità.

Un ascensore esteticamente bello da vedere rievoca alla mente il buon gusto, il comfort, delineando in modo minuzioso tutti gli spazi. Lusso e tecnologia è il connubio perfetto per chi ricerca sistemi di elevazione che sappiano valorizzare gli spazi interni di un immobile lussuoso.

La progettazione di ascensori di lusso personalizzati con finiture di elevata qualità, che si inseriscono alla perfezione nell’atmosfera dell’ambiente nel quale vengono installati, richiede l’intervento di validi specialisti del settore, che oltre a pensare alla tua sicurezza e a quella di chi usa l’ascensore, tengono conto anche dell’aspetto estetico della tua casa.

Per questo i materiali vengono rifiniti con colori diversi, in base alla singola richiesta del cliente, ogni minimo dettaglio viene curato per far sì che si crei la giusta armonia di colori nell’ambiente in cui andrai ad installare il miniascensore.

La scelta di un miniascensore di lusso come parte integrante degli elementi di arredo moderno non è così banale e scontata come si può pensare.

Gli ascensori domestici di lusso devono essere sistemi di elevazione armonici in linea con le scelte stilistiche che caratterizzano gli spazi interni dell’abitazione.

Dai materiali di realizzazione del miniascensore, alla scelta di tonalità adatte al resto della casa, l’acquisto di un simile dispositivo può essere personalizzato in base ai propri desideri. È importante infatti riuscire a ricreare la giusta atmosfera in casa, grazie ad elementi e dettagli opzionali che fanno la differenza e permettono di valorizzare il sistema di elevazione.

La scelta dei materiali di qualità, l’innovazione tecnologica e l’elevata personalizzazione dei miniascensori per interni di lusso sono le principali caratteristiche in termini estetici di cui tenere contoprima di progettare ed installare un mini lift domestico di lusso.

 

 

Miniascensore per casa: Prezzi

miniascensore-casa

Circa i prezzi, troverai differenti proposte sul mercato a seconda della scelta che fai in termini di qualità, materiali, modelli, tecnologia e così via (ad esempio trovi vari modelli su www.vimec.biz). Il prezzo per un elevatore, idraulico o a trazione, o di un miniascensore domestico può partire da circa novemila euro per la versione base, a salire in base alle tipologie di rivestimento e optional.

Tieni tuttavia presente, che al di là della somma che andrai a spendere, avrai sempre la possibilità di usufruire delle agevolazioni fiscali per l’abbattimento delle barriere architettoniche. Chi lo desidera può infatti riportare la spesa sostenuta in detrazione IRPEF del 50% per beneficiare di uno sgravio fiscale considerevole.

Da tenere presente che questi elevatori godono di un regime di IVA agevolata al 4%. Nel caso di installazione su nuova abitazione, se sei in possesso di un certificato di invalidità oltre che di una richiesta da parte del tuo fisiatra dell’ASL di appartenenza che attesti la correlazione tra la disabilità motoria e l’utilità del prodotto, potrai detrarre dall’IRPEF il 19% dell’intera spesa.