Perché i tavoli da casino sono verdi?

 

Che tu sia o meno un frequentatore abituale di casino, saprai di certo che ogni tavolo da gioco all’interno di queste strutture è di colore verde. Per quanto possa sembrare una coincidenza, o una scelta puramente stilistica, si nasconde molto di più dietro l’utilizzo di questa tinta, molto piacevole alla vista.

 

Ci sono infatti delle ragioni storiche, nonché psicologiche, per le quali il colore verde è quello preferito sui tavoli da gioco dei casino.

 

 

In un contesto molto particolare come quello dei casino, si dà importanza ad ogni minimo dettaglio, e i colori non fanno eccezione. Ad esempio, le carte sono scelte sempre con un design essenziale e semplice, con fondo bianco e classici simboli neri e rossi (picche, fiori, quadri e cuori).

 

perche-i-tavoli-casino-sono-verdi-spiegazione

Stesso discorso  vale per la roulette, nonché per croupier e impiegati all’interno della struttura, che indossano sempre mise dai colori neutri. Queste scelte servono a garantire la massima attenzione e concentrazione ai giocatori, e non è da meno il tavolo da gioco.

Prima di addentrarci nel discorso, è giusto evidenziare che non si conosce con certezza la ragione per cui il tavolo da gioco è di colore verde e la sua origine è avvolta nel mistero.

Tuttavia è possibile trarre qualche piccola conclusione sulla base di alcuni aneddoti pervenuti fino ai giorni nostri, e sulla base della psicologia di questa tinta tanto affascinante.

 

 

La spiegazione psicologica in cromoterapia

perche-i-tavoli-da-gioco-sono-verdi

In cromoterapia, il colore verde è simbolo di conoscenza superiore e di perseveranza. Nello spettro della luce si colloca tra il colore giallo e il colore blu. Quando una persona osserva un oggetto di colore verde viene pervasa da un senso di equilibrio e di armonia. Il che non guasta in un ambito tanto particolare come quello del casino, dove la quiete mentale aiuta il giocatore a raggiungere più facilmente i propri obiettivi.

Oltre poi ad avere un effetto rilassante, il verde è portatore di giustizia e di grandezza d’animo, nonché di rispetto delle tradizioni. Da ciò ne consegue anche capacità di non demordere, di tenacia e capacità di perseguire i priori obiettivi. Al contempo il verde crea una sorta di resistenza ai cambiamenti.

Risultato della combinazione dei colori blu e giallo questo colore è anche emblema di tensione. Questo è il risultato del senso di quiete emanata dal blu e dell’energia infusa dal giallo. Verde è un colore che rappresenta il proprio io che dà vitalità. Simbolo della natura e del mondo vegetale, può ricordare persino l’abbondanza, l'opulenza.

Il verde dà energia, dota la persona di autocontrollo e capace di dominare gli eventi, le circostanze e perché no anche altre persone. Chi predilige questo colore tende ad auto esaltarsi sentendosi superiore al prossimo.

Quanto detto sinora, mostra come il verde può avere degli effetti positivi sui giocatori, aiutandoli a rimanere concentrati e razionali, come se intorno a loro non ci fosse trambusto e movimenti, ma solo il pensiero delle carte.

 

 

L’ipotesi storica sull’utilizzo del panno verde

Il verde è il colore che subito lascia pensare al casinò. È un colore iconico, ricondotto al gioco e a quelle strutture che da secoli intrattengono persone intenzionate a vincere cifre da sballo sedute ad un tavolo da gioco, rigorosamente verde. Mantenendo fede alla tradizione, anche i tavoli digitali dei nuovi casino online che spopolano sempre di più sul web sono realizzati graficamente con tonalità verde (come puoi vedere spulciando questo elenco su casinoonlineaams.com).

Se da un lato abbiamo visto l’ipotesi legata alla psiche, andiamo dall’altro ad analizzare un aneddoto che tenta di spiegare il motivo per cui nei casino la scelta ricade su questo colore. E per farlo dobbiamo guardare al passato. Il gioco è rimasto per molti anni bandito dalle sale gioco (tanto è vero che si giocava nelle cosiddette bische, o comunque in maniera clandestina).

Per cui, quando i giocatori, avevano voglia di provare il brivido della scommessa, lo facevano appoggiandosi su un tavolo da biliardo. Questo tavolo è anch’esso, infatti, coperto dal tradizionale panno verde. Per organizzare il gioco si usava un gessetto e si divideva la superficie in sezioni.

Se arrivava d’improvviso la polizia, era facile nascondere tutto e cancellare i segni del gessetto sul tavolo da biliardo. Il colore verde è sempre stato quindi emblema del gioco, e lo è rimasto anche quando i giochi di carte, i giochi d’azzardo furono legalizzati.

 

Le ragioni psicologiche e l’importanza del gioco di luci con il panno verde

perche-i-tavoli-casino-sono-verdi

Ci potrebbero essere anche ragioni legate ad una questione prettamente visiva dietro la scelta di questo colore nei casino. Innanzitutto il verde è una di quelle tinte capace di creare un buon contrasto con le carte da gioco. È inoltre una nuance in grado di creare un gioco di luci artificiali senza infastidire l’occhio. In pratica crea riflessi senza essere invasivo.

In tal modo i giocatori hanno modo di mantenere sempre chiara l’immagine davanti ai propri occhi, e al contempo anche i croupier potranno vedere chiaramente le carte in gioco senza malintesi e senza sospettare che ci sia qualcosa di anomalo nella giocata.

C’è inoltre una considerazione ulteriore da fare, ovvero che il verde, in particolare negli USA, è inoltre associato ai dollari, detti anche verdoni per il loro colore. In questo modo il tavolo verde crea nell’immaginario del giocatore quella idea di vittoria facile che stimola l’interesse a fare scommesse, grazie all’associazione del colore verde con il denaro.

Il panno verde, inoltre, può avere un effetto calmante e tranquillizzante, anche per il materiale con cui viene prodotto. Spesso infatti il panno è in feltro o in velluto, tessuti questi capaci di creare una sensazione di piacere che può aiutare il giocatore a rilassarsi.

Lo stesso effetto sembra essere provocato dal tipo di verde utilizzato. Il colore è infatti abbastanza acceso da tenere i giocatori attivi ma non è così forte da disturbarne la vista o stancarli. Inoltre, il tono di verde legato al feltro, fa pendant con l’arredamento generale dei casinò che puntano su materiali pregiati e atmosfere di altri tempi per circondare gli ospiti di un ambiente elegante.

 

 

Conclusioni

A ben dire le teorie per le quali si usa il colore verde possono essere tante. Casino fisico o digitale che sia, la tinta madre sarà sempre quella verde, scelta cromatica questa, nulla affatto casuale ma che anzi spesso deriva dall’unione di psicologia e storia.