Digitalizzazione aziendale: benefici dell’innovazione sul posto di lavoro


Per molto tempo si è creduto che la digitalizzazione aziendale fosse un processo di vitale importanza solo per le grandi realtà, dunque per le grandi aziende.

 

 

Oggi non è più così proprio perché, in seguito alla recente emergenza sanitaria, il mercato globale ha sperimentato l’esigenza di porre rimedio a talune criticità derivanti da gestioni e organizzazioni tradizionali.

Di conseguenza, anche le piccole e medie imprese hanno avviato un processo di riorganizzazione interna, favorito proprio dalle molteplici soluzioni emergenti in ambito digitale.

Digitalizzare un’azienda non significa rinunciare a risorse umane in favore di robot, ma gestire meglio tutto il capitale aziendale con il fine di potenziare efficienza e produttività.

Ecco perché sempre più organizzazioni e aziende ricorrono a piattaforme potenti e versatili come, ad esempio, Azure cloud. Queste soluzioni digitali nascono con il duplice obiettivo di migliorare l’efficienza interna e aiutano le aziende a proporsi su un mercato dinamico e caratterizzato da cambiamenti rapidi e repentini.

 

 

Digitalizzazione: significati e vantaggi

digitalizzazione-aziendale

Cosa si intende esattamente con il termine “digitalizzazione”? Per rispondere a questa domanda, ampia e complessa, non possiamo fare a meno di tirare in ballo concetti che, a primo impatto, potrebbero sembrare piuttosto distanti tra loro.

Ci riferiamo all’adozione di scelte di investimento sostenibili, al miglioramento dell’ambiente lavorativo in termini di welfare così come alle strategie di riduzione di sprechi finanziari e di risorse.

Cosa lega questo insieme di aspetti aziendali con i processi di digitalizzazione? Molto semplicemente un’azienda che avvia una transizione digitale beneficerà di una serie di vantaggi che investiranno sia l’efficienza interna che esterna.

Questo favorirà una miglior allocazione di capitali e risorse rendendola più competitiva sul mercato e, dunque, anche più produttiva ed efficiente.

 

Cosa significa digitalizzare un’azienda?

La digitalizzazione aziendale è il processo che favorisce l’implementazione di soluzioni che superano le criticità di quelle pre-esistenti.

Quindi implica il passaggio da attività lavorative manuali, come dagli archivi documentali cartacei a gestioni digitalizzate e automatizzate, ovvero svolte da appositi software.

Proprio per questola digitalizzazione investe direttamente anche la dematerializzazione dei documenti tramite software gestionali e cloud system finalizzati all’archiviazione e alla gestione degli asset aziendali e delle risorse materiali.

 

 

Non solo aziende: anche PA e piccole imprese

digitalizzazione-aziendale-guida

La dematerializzazione dei documenti e la digitalizzazione dei processi aziendali sono solo alcuni dei cambiamenti strategici che stanno interessando il capitale economico e produttivo globale.

C’è anche da considerare un risvolto indiretto in termini di sostenibilità delle scelte aziendali, dal momento che i software di digitalizzazione e di automatizzazioneconsentono di abbattere costi e sprechi di risorse.

Questo aspetto ha interessato l’ambito aziendale privato delle grandi e piccole imprese, ma anche quello pubblico attraverso il Piano Nazionale Ripresa e Resilienza.

Tra gli obiettivi, infatti, sono stati fissati proprio quelli della digitalizzazione delle PA e della sanità, due degli ambiti pubblici per i quali sono stati stanziati ingenti a sostegno di questa importante transizione.

 

Welfare aziendale: il mercato del lavoro cambia

Digitalizzare un’azienda significa anche offrire un’organizzazione interna vantaggiosa per le risorse umane che, grazie agli strumenti innovativi oggi disponibili, possono finalmente far emergere tutto il loro potenziale.

I collaboratori passano dallo svolgere mansioni organizzative ad altre più strategiche, mentre i software e le soluzioni di AI si occupano di ruoli tradizionalmente affidati a incaricati preposti.

In questo modo l’azienda si focalizza sulla crescita e favorisce il work-life balance, ovvero l’equilibrio tra vita privata e lavorativa. I collaboratori possono sfruttare strumenti che “elasticizzano” il lavoro e che sono progettati per favorire la produttività anche a distanza.

Questo cambiamento è stato favorito da almeno tre fattori contingenti, tra cui la diffusione del lavoro da remoto, la centralizzazione del principio di welfare e quella che gli esperti chiamano “era delle grandi dimissioni”.

Sul mercato del lavoro, infatti, le aziende dotate di soluzioni in cloud e di software gestionali ad alto valore organizzativo risultano essere di maggior attrattiva per le risorse umane in cerca di occupazione.

Per i candidati in cerca di lavoro, quindi, le aziende che investono in soluzioni per il miglioramento dell’efficienza interna risultano essere di maggior attrattiva. Il software gestionale e le soluzioni di AI, dunque, sono alleate della produttività e favoriscono l’implementazione del lavoro a distanza, meglio noto come smart working.

 

 

Produttività ed efficienza

digitalizzazione-aziendale-consigli

Questi benefici derivanti dalla digitalizzazione aziendale investono l’intera organizzazione incrementando in modo sicuro e graduale nel tempo i livelli di produttività e di efficienza.

I software e gli strumenti di automazione dei processi aziendali, infatti, nascono per ridurre e snellire i carichi di lavoro, riducendo a zero sprechi ed errori umani. Di conseguenza, le aziende sperimentano maggiori livelli di efficienza anche a livello di budget e, quindi, dispongono di maggiori risorse da re-investire per la propria crescita.

Il passaggio verso nuovi sistemi di intelligenza artificiale e di automazione, tra l’altro, avviene in modo graduale e con soluzioni volte a favorirne l’implementazione. Difatti, parliamo di sistemi altamente personalizzabili in base alla business unit dell’azienda, nonché di soluzioni software ad interfaccia grafica intuitiva, ovvero ad uso facilitato.

 

 

Assets aziendali e sicurezza

In conclusione,l’intero asset aziendale viene blindato e valorizzato grazie all’efficienza dei software gestionali e di automazione presenti sul mercato. Grazie a queste soluzioni è possibile favorire la crescita sostenibile dell’azienda attraverso l’azzeramento degli errori e degli sprechi finanziari e materiali. Gli assets aziendali, infatti, vengono acquisiti in un unico pannello operativo, accessibile da remoto e sempre consultabili da qualsiasi device.

In questo modo le aziende che utilizzano queste soluzionipossono contare su efficienti strumenti di supervisione e controllo istantaneo che, tra l’altro, favoriscono l’individuazione delle opportunità da cogliere e delle criticità da migliorare.

Il flusso di dati amministrati dai software di automazione e digitalizzazione aziendali, infine, può essere acquisito tramite livelli di accesso a piramide, ovvero finalizzati a favorire sicurezza e tutela della privacy.

In pratica, grazie ai livelli blindati di consultazione è possibile distribuire punti di accesso controllati rispetto alle business unit presenti in azienda. Per tutte queste ragioni, la digitalizzazione è un processo di miglioramento che investe tutta l’organizzazione, inglobando mansioni amministrative, fiscali, burocratiche ed organizzative attraverso un approccio strategico ed orientato alla crescita sostenibile.