Come scegliere un notebook per fare grafica

 

scegliere-notebook-grafica

Che sia a scopo professionale o amatoriale, sapere come scegliere un notebook per fare grafica, per la gestione delle immagini e dei colori e per editing video significa unire alla propria personale competenza e preparazione uno strumento appropriato.

Si tratta di notebook che nascono per svolgere questo specifico compito in quanto fare grafica necessita dell’uso di programmi dedicati ed un notevole impiego di risorse che richiede performance superiori ai portatili di fascia medio/bassa. In questo articolo vi spiegheremo in modalità "terra terra" quali sono le principali caratteristiche da scegliere per un notebook se si ha intenzione di fare grafica ad un livello amatoriale o più avanzato, disquisendo senza fronzoli e andando subito al sodo.

 

 

Come scegliere un notebook per fare grafica: caratteristiche tecniche essenziali

scegliere-notebook-per-video-editing

Soltanto certe caratteristiche tecniche consentono di ottenere prestazioni ottimali per consentire ad un notebook adatto per la grafica o l’editing video di fare bene il suo lavoro.

Schermo, processore, scheda video, RAM e hard disk: questi 5 elementi sono il giusto punto di partenza per avere le idee chiare nella scelta del notebook perfetto per l’esigenza di ogni grafico.

 

1) Schermo

schermo-monitor-notebook

Un 15 pollici può essere sufficiente, un 17 pollici è per i più esigenti ma si può anche optare per un modello più piccolo e soprattutto leggero (portatile nel vero senso del termine) specie se lavorate in mobilità.

Se la grandezza espressa in pollici è importante, la risoluzione è fondamentale: un display Full HD (1920 x 1080 pixel) è l’ideale per lavorare come si deve.

Se lavorate con la fotografia e video scegliete un notebook con risoluzione 4K, destinato a diventare lo standard nei prossimi anni.

Se preferite uno schermo touch verificate che sia supportato da una penna di alta precisione.

 

2) Processore

processore-notebook

La performance è il primo obiettivo per un grafico ed è vitale scegliere un notebook con un processore di ultima generazione che sappia garantire un’ottima prestazione, da una parte, e consumi energetici ridotti, dall’altra.

Un processore di qualità e potente (quad core Intel serie i5 per budget ridotti o, preferibilmente, serie i7 per chi vuole investire qualcosa in più) equivale ad una velocità di calcolo che non soltanto riduce i tempi di elaborazione ma rende più snello e rapido il lavoro di un grafico.

 

3) Scheda video

schede-video

Soltanto chi fa il grafico per hobby può accontentarsi di una scheda video mediocre.

I professionisti scelgono una scheda grafica di ultima generazione con almeno 2 GB di RAM dedicati e quando diciamo almeno 2 GB intendiamo che tale numero è il minimo per poter lavorare decentemente con editing video. Come ben sapete attualmente sono in commercio schede video da 4, 6 ed 8 GB di memoria, un quantitativo sufficiente per un lavoro di editing soddisfacente. Le migliori marche di schede video in commercio come risaputo sono brandizzate ATI e NVIDIA, aziende leader del mercato mondiale.

 

 

4) RAM

ram-notebook

I programmi di grafica richiedono, come abbiamo detto, un notevole impiego di risorse, ‘pesano’. In termini di RAM, è meglio considerare un notebook da almeno 8 GB. Ma per i software di grafica e video editing più assetati di risorse dovrete salire con i GB della RAM (16 GB, 32 GB, 64 GB) in modo da non incorrere in rallentamenti nell'elaborazione del vostro progetto.

 

5) Hard Disk

ssd-notebook

Dalle premesse fatte, è facile intuire che un portatile per grafica necessariamente prestante necessita di SSD più che di un’unità classica HHD (il disco rigido). L'SSD offre prestazioni più elevate del disco rigido sia nella velocità di lettura che di scrittura dei dati, oltre ad una durata di vita utile maggiore. Nonostante tutto abbiate l'abitudine di salvare quotidianamente i vostri dati con i backup per evitare poi di rivolgersi a centri specializzati di recupero che si fanno pagare a peso d'oro.

E’ sufficiente una SSD da 256 GB, se poi non basta fate sempre in tempo a ricorrere ad un hard disk esterno come memoria di supporto per i file multimediali. Le marche leader del mercato in questo settore sono: SanDisk, Kingstone, Transcend, Western Digital Green, Samsung.

 

Modellatore 3D e video editor: i professionisti più esigenti

modellatore-3d

Questi consigli sono validi per chi fa grafica come ad esempio il più comune graphic designer/illustratore che, normalmente, esegue lavori come fotoritocco, impaginazione, illustrazione, realizzazione di loghi, rebranding, ecc. ed è abituato ad utilizzare software come Adobe Illustrator (grafica vettoriale) o Adobe Photoshop (grafica digitale),

Esiste, però, un’altra categoria, quella del modellatore 3D e video editor/Motion designer.

Queste due figure professionali, che realizzano oggetti 3 D e riproduzioni di ambienti reali, necessitano di un notebook con potenza di calcolo ancora più elevata. E dunque per lavorare egregiamente necessitano di notebook dalle caratteristiche molto elevate, se non i top di categoria.

Utilizzano programmi come Blender, Inventor, Maya 3D, AutoCAD, Adobe Premiere, Adobe After Effects.

 

Le esigenze di un modellatore 3D/video editor

come-scegliere-notebook-per-fare-grafica

Queste due categorie di professionisti hanno bisogno, senza dubbio, di una Workstation che offre performance di molto superiori alla media, dotati di processori Intel Xeon a quattro/sei core con una memoria RAM di 12 GB come minimo.

Le schede video più adatte sono le AMD FirePro e le NVIDIA Quadro dedicate ai professionisti. Purtroppo il prezzo per i notebook per fare grafica non è di quelli più economici e sale in proporzione alla caratteristiche del dispositivo. La scelta del notebook giusto tra le migliaia di modelli che il mercato ci propone potrebbe essere difficoltosa, per fortuna ci sono portali come ad esempio Yeppon che catalogano centinaia di modelli di portatili da vendere in base a numerosi filtri come RAM, hard disk, processore, schermo, sistema operativo (Windows Microsoft, Linux, iOS) e prezzo. Conoscendo dunque i requisiti minimi per fare grafica e utilizzando tali comparatori è possibile dopo un'accurato "studio" selezionare il modello adatto alle nostre esigenze.