I COLORI DELLE ROSE

 

rosa bianca

I colori delle rose possono esssere davvero tanti. In natura questo fiore esiste in moltissime gradazioni cromatiche diverse. Ogni colore delle rose ha un suo particolare e specifico significato e per fortuna i colori disponibili sono tanti. Si passa dal più classico rosso, simbolo universale di passione, al giallo, fino ad arrivare al bianco, al delicato rosa, al porpora e all'arancione in varie gradazioni. Esistono anche delle rose in cui più tinte si trovano mischiate, con un effetto finale di grande suggestione. I colori naturali delle rose sono come già ricordato molti ed è possibile rimanere davvero sorpresi soprattutto se si viaggia e se ci si impegna a tenere gli occhi aperti su tutte le varianti. Nonostante la presenza di questa straordinaria varietà cromatica, è possibile anche scegliere il colore che più aggrada creando una determinata tonalità.

 

 

La rosa arcobaleno

Fra i differenti colori delle rose disponibili uno dei preferiti è la tonalità arcobaleno. In sostanza una rosa può essere colorata con più gradazioni di colori differenti tra di loro. L'effetto ottico è molto gradevole e assicura un'ottima impressione su chiunque.

 

Quale tipologia di rosa è meglio utilizzare

rosa arcobaleno
 
Per creare una rosa arcobaleno è meglio utilizzare un fiore bianco. Qualora non si possa avere una rosa di questo colore si può anche usare un altro tipo di gradazione purché sia comunque chiaro (per esempio sono perfetti il rosa chiaro, il giallo o il pesca).
I colori delle rose più scuri invece non permettono al fiore di assorbire e soprattutto di mostrare le altre gradazioni, di conseguenza è sconsigliato usare queste tipologie di piante.

 

 

Quali sono gli strumenti necessari
 
Servono pochissimi strumenti per creare la nostra rosa. Per la precisione occorrono alcuni bicchieri, acqua, coloranti alimentari e un coltello ben affilato.

 

Come si fa a creare i colori delle rose arcobaleno

Per prima cosa si taglia il gambo in una serie di sezioni, al massimo quattro, altrimenti si rischia di indebolire troppo lo stelo.
Subito dopo si riempiono i bicchieri di acqua e si versano alcune gocce di colorante all'interno di questi. È importante che il bordo dei bicchieri non sia troppo spesso, altrimenti la rosa non si appoggerà bene su di questi, e che il gambo non sia eccessivamente lungo. Se fosse così il fiore potrebbe indebolirsi e non rimanere ben dritto.
Quindi si immergono i fiori nei bicchieri, facendo attenzione a non spezzare i gambi recisi.

 

 

Quanto tempo bisogna aspettare

Normalmente i colori delle rose si vedono già dopo 30 minuti. Molti esperti però consigliano di lasciare i fiori nell'acqua con i coloranti per almeno 48 ore, così facendo i colori saranno molto più accesi e l'effetto ottico sarà migliore.