Colori banconote: euro e dollari

 

colore-delle-banconote

I colori delle banconote sono soltanto uno degli aspetti grafici scelti per trasmettere valori e sicurezza: dietro la scelta di una tonalità si rivelano motivazioni storiche e pragmatiche che vale la pena analizzare.

 

 

Colori del dollaro, le banconote americane

colori-banconote-dollaro

Per tutto il tempo che tutti noi possiamo ricordare, il dollaro americano è stato sinonimo di colore verde.

La prima circolazione generale di moneta cartacea da parte del governo federale avvenne nel 1861. Incarcerato per finanziare la Guerra Civile, il Congresso autorizzò la Tesoreria degli Stati Uniti a emettere Obbligazioni. Queste note hanno acquisito il soprannome "greenback" a causa del loro colore.

Quando le banconote in valuta di piccole dimensioni in uso oggi furono introdotte per la prima volta nel 1929, il Bureau of Engraving and Printing (BEP) continuò a usare inchiostro verde.

C'erano tre ragioni alla base di questa decisione. Innanzitutto, il pigmento di quel colore era facilmente disponibile in grande quantità. In secondo luogo, il colore verde era estremamente resistente ai cambiamenti chimici e fisici. Infine, il pubblico ha identificato psicologicamente il colore verde con il credito forte e stabile del governo.

Ma dal 2004 il governo degli Stati Uniti ha ridisegnato la banconota aggiungendo spruzzi di colore. La nuova banconota da 5 dollari è stata appena introdotta e potrebbe essere considerata la moneta più colorata mai prodotta negli Stati Uniti. Mentre i nuovi $10, $20 e $50 hanno tutti disegni colorati, i nuovi $ 5 si mescolano dal viola al grigio con brillanti stelle gialle.

La nuova banconota da $5 è stata presentata il 20 settembre 2007 ed è stata rilasciata il 13 marzo 2008. La riprogettazione dei colori delle banconote da 5 dollari comporta alcuni cambiamenti molto evidenti, legati soprattutto a motivi di sicurezza, ma portati avanti anche nel tentativo di rendere la banconota più accessibile ai non vedenti.

Il nuovo pezzo da cinque dollari incorpora l'uso della stampa micro di tipo per renderlo più difficile da copiare. Sulla parte anteriore, "cinque dollari" è scritto all'interno dei bordi sinistro e destro. E “Pluribus Unum" è stampato nella parte superiore dello scudo.

La nuova banconota da $10, che era la terza denominazione da ridisegnare nella serie, è stata introdotta il 2 marzo 2006. Il colore delle banconote da 10 dollari introduce delle modifiche evidenti soprattutto nello sfondo, dove è possibile vedere sfumature di arancione, giallo e rosso. Le parole "We the People" della Costituzione degli Stati Uniti sono state stampate in rosso sullo sfondo a destra del ritratto. Inoltre, piccoli "10" gialli sono stati stampati sullo sfondo a sinistra del ritratto sul lato del disegno di legge e a destra della vignetta, sul retro del disegno di legge.

Anche i colori delle banconote da 20 dollari sono stati modificati nel tempo: la differenza più evidente nella banconota da 20 $ ridisegnata è l'aggiunta di sottili colori di sfondo di verde, pesca e blu su entrambi i lati del disegno di legge. Questo illustra un importante cambiamento: per la prima volta nella storia americana moderna  i contanti degli Stati Uniti includono colori diversi dal nero e dal verde. Le parole "Twenty USA" sono stampate in blu sullo sfondo a destra del ritratto e il piccolo numero giallo "20"  è stampato sullo sfondo sul retro della banconota.

Nella banconota da 50$ ridisegnata, invece, si può osservare l'aggiunta di sottili colori di sfondo blu e rosso su entrambi i lati del disegno di legge. Inoltre, piccoli "50" gialli sono stati stampati sullo sfondo, sul retro della banconota.

 

 

Colori dell'euro, le banconote dell'Unione Europea

colori-euro-banconote-tagli

"Attraenti, sicuri e di facile utilizzo" erano i tre aggettivi usati dai governatori delle banche centrali nazionali europee per definire le specifiche per le banconote in euro.

Nella primavera del 1999, le specificità tecniche erano finalmente approvate dalla Banca centrale europea e la produzione è iniziata nelle tipografie dell'area dell'euro.

La seconda serie di banconote in euro è stata lanciata il 2 maggio 2013, con l'emissione dei nuovi €5.

Chiamata "Europa" dopo la principessa greca il cui ritratto appare nella filigrana, la serie incorpora nuove funzionalità di sicurezza progettate per rendere le banconote più difficili da contraffare.

Le nuove banconote da € 5 e € 10 della serie, disegnate da Reinhold Gerstetter, artista grafico indipendente di Berlino, sono state presentate rispettivamente il 10 gennaio 2013 e il 13 gennaio 2014. Le nuove banconote da € 20 e € 50 sono state presentate rispettivamente il 25 novembre 2015 e 4 aprile 2017.

 

colori-tagli-banconote-euro

Ogni denominazione in entrambe le serie di banconote in euro ha un colore dominante che consente di differenziarsi facilmente dalle altre denominazioni.

Lo spettro delle tonalità si basa sui colori dell'arcobaleno.

Le banconote da € 10, € 20 e € 50 sono rispettivamente di colore rosso, blu e arancione, mentre € 100, € 200 e € 500 sono di colore verde, giallo e viola, la banconota più utilizzata, il € 5, ha uno schema di colore grigio.

I colori rimarranno gli stessi per la seconda serie di banconote in euro.

La parte anteriore delle banconote presenta la bandiera europea blu con la sua cerchia di 12 stelle che rappresenta l'unione tra le nazioni europee. Il numero di stelle rimane costante, man mano che il punto 12 è portato a simboleggiare la perfezione e l'armonia (ad esempio i 12 mesi dell'anno, le 12 costellazioni tradizionali dello zodiaco, ecc.).

 

Quando la banconota da € 20 viene tenuta contro la luce, la finestra vicino alla parte superiore dell'ologramma diventa trasparente e rivela un ritratto di Europa su entrambi i lati della banconota. Quando la banconota è inclinata, la finestra mostra anche linee colorate arcobaleno attorno al numero di valore sul lato anteriore della banconota. Sul retro della banconota, nella finestra appaiono numeri di valore di colore arcobaleno.

Sulle banconote da € 5 e € 10 della serie Europa, la striscia argentea sulla destra porta un ritratto di Europa, insieme a una finestra e al valore della banconota.

 

Quando la banconota è inclinata, inoltre, il numero lucido nell'angolo in basso a sinistra mostra un effetto della luce che si muove su e giù. Il numero cambia anche colore da verde smeraldo a blu intenso.

 

Se nel mondo della finanza “reale” le banconote hanno dunque una colorazione ben definita e giustificata da esigenze pratiche e storiche, nel mondo virtuale i colori assumono una vasta rete di sfumature.

 

 

Qual è il colore del Bitcoin?

bitcoin-colore

Con l'avvento del Bitcoin e delle criptomonete l'economia mondiale è stata scombussolata. Il Bitcoin come tutte le altre monete virtuali non hanno il corrispettivo fisico, ovvero banconote e monete in materiale cartaceo o metallico. Pertanto non è possibile parlare di colore delle banconote di Bitcoin anche se girovagando per internet abbiamo trovatovarie raffigurazioni, alcune ormai consolidate altre meno.

C'è da dire che per le monete virtuali è stato introdotto il concetto di monete colorate relativamente al Bitcoin, anzi le monete colorate sono bitcoin (o più probabilmente la più piccola frazione misurabile di un bitcoin chiamato "satoshi") che sono state "colorate" per rappresentare un altro bene, una tale quota in una società, un titolo del Tesoro statunitense, un centesimo degli Stati Uniti, un derivato, un prestito auto o una frazione di un portafoglio di debito garantito.

Come tecnologia software che funziona su Internet, i bitcoin sono trasferibili su qualsiasi computer, tablet o smartphone, in qualsiasi parte del mondo, con la stessa facilità con cui si inviano messaggi di posta elettronica o di testo. Sono trasferiti in modo peer-to-peer direttamente dal venditore al compratore senza passare attraverso alcun intermediario. Il vero potenziale delle monete colorate è che qualsiasi azienda o individuo, in qualsiasi parte del mondo, avrà accesso ai mercati dei capitali globalizzati.

Investire in Bitcoin può essere piuttosto redditizio (come anche molto sconveniente): acquistare Bitcoin è facile, veloce e sicuro. Online esistono tantissime piattaforme virtuali (un esempio è globalcoin.it), nate per semplificare le tue operazioni in modo veloce e trasparente: è sufficiente registrare il tuo account e seguire procedure affidabili per muoverti con disivoltura in questo settore e aumentare i tuoi guadagni.